Skip to content Skip to footer

I miei libri

la notte oscura
Acquista su Amazon

Non è la paura del buio, ma ciò che in esso si nasconde, il nostro vero nemico.

Il libro descrive, attraverso lo strumento poetico, il valore e il significato della notte oscura dell’anima. 

Ma che cos’è realmente questa “Notte oscura dell’Anima”? 

In realtà è qualcosa che molti, consapevolmente o inconsapevolmente, stanno vivendo o hanno vissuto nella propria vita. Si tratta di un periodo di tempo la cui lunghezza può variare da persona a persona, ma in questo caso non conta la durata ma l’intensità con la quale viene vissuta. Durante questo periodo ciò che si sperimenta è il buio più totale, non, ovviamente, nel senso di assenza di luce esterna (quella per fortuna c’è sempre a prescindere da noi), perché quella che manca in realtà è la luce interiore. Ciò che si prova è la mancanza di stimoli, una paralisi interiore, l’apatia, l’impotenza, la frustrazione, ma anche la rabbia, il risentimento, la delusione, l’amarezza, la totale mancanza della gioia di vivere insomma. Ogni cosa, ogni sforzo, ogni attività ci sembra del tutto inutile, perché, in fondo, il pensiero ricorrente che s’impossessa della mente è che “il mondo è così e non resta altro che rassegnarci!”. Certo, è tutto nella nostra mente che implode su stessa e tutte le sue strutture, faticosamente costruite con tanti sacrifici, improvvisamente crollano, quelle stesse strutture che ci davano una qualche sicurezza, ma che in fondo erano anche la nostra prigione. Proprio così, una prigione, nella quale ci sentiamo appunto sicuri perché ci dà l’illusione di avere un certo controllo sulla vita, ma in fin dei conti rappresenta solo un’illusione, ed è proprio quando avviene il “crash” che ci rendiamo conto che non abbiamo alcun controllo su niente e nessuno. A quel punto pensiamo “ma allora se non posso avere il controllo sulla mia vita, nulla ha più senso!”.

Ma è proprio quando si tocca il fondo che nasce l’opportunità di una profonda trasformazione interiore ed una rinascita. La Notte oscura dell’Anima, infatti, apparentemente sembra una malattia distruttrice che disintegra e prosciuga ogni goccia della nostra vitalità, ma in essa si nasconde anche la cura, il vaccino. Del resto, questo stesso meccanismo lo osserviamo nella natura, ove ogni cosa non scompare ma, quando giunge alla fine del proprio ciclo vitale, muore e si trasforma in qualcos’altro. Questo è vero, in realtà, in tutti i campi e modi in cui si esprime la vita. Perché possa avvenire una trasformazione è necessario che ciò che c’era prima muoia. Come il bruco, che deve morire nel bozzolo prima di trasformarsi in farfalla. 

Parlo di tutto questo non perché l’ho letto in qualche libro, o perché qualcuno me l’ha insegnato, ma per esperienza personale.

La raccolta di poesie che segue scandisce i vari momenti di quel periodo della mia vita. In esse sono rappresentati gli stati d’animo che provavo e per me è stato un modo per uscire dal mio guscio e manifestare i miei sentimenti. La poesia per me è stata una salvezza perché attraverso essa riuscivo ad esprimere ciò che provavo dentro, che altrimenti sarebbe imploso ed avrebbe creato maggiori danni. La loro sequenza non è casuale, ma scandisce una progressione di momenti che dai più profondi abissi della mia psiche portano via via alla rinascita, alla superficie ove splende il sole e v’è la luce.

Mi auguro che questi scritti possano dare ispirazione, coraggio e speranza a tutte quelle anime che adesso stanno attraversando la loro “Notte oscura dell’Anima”, alle quali dico che esiste l’uscita dalla prigione dell’io, ma sarà possibile vederla solo quando si avrà il coraggio di guardare dentro l’oscurità interiore, perché è lì che si nasconde il seme della rinascita.

Atma Namastè “Il Divino in me saluta il Divino in Te”.

sussurri
acquista su amazon

Nella quiete del cuore e nel silenzio interiore, l’anima sussurrò.

Questa mia raccolta di odi e poesie segue le mie precedenti sillogi intitolate, l’una “Alla Ricerca del  Sé – Viaggio di guarigione nelle profondità dell’Anima”, e l’altra “La Notte Oscura dell’Anima – Cos’è e come uscirne”, e ne rappresenta la naturale evoluzione. Nelle precedenti raccolte mi vedevo impegnato in quella ricerca che occupa la vita di ogni essere umano dalla nascita fino all’ultimo respiro, la ricerca del senso della vita e della vera essenza dell’umanità, tentando di dare risposta al quesito: “L’Uomo è qualcosa di più dei propri istinti? La vita è solo materialità o c’è qualcos’altro? Esiste solo la sofferenza o è possibile vivere una vita di pienezza e gioia?”.

Così mi sono ritrovato a scrutare dentro me stesso e sondare i miei abissi, a guardare in faccia il mio buio interiore e notare che dentro di esso si celava una scintilla di luce, ed infine scoprire che si, noi siamo qualcosa di più dei nostri semplici istinti, delle nostre emozioni, dei nostri pensieri, perché noi siamo un’ANIMA.

Nella presente raccolta, invece, racconto il mondo che osservo, questa volta, con gli occhi dell’Anima, con quella consapevolezza acquisita che mi permette di vedere il reale senso delle cose e degli eventi e scoprire la sacralità del creato in tutte le sue sfaccettature. Ed ho scoperto che l’Anima ha tante voci che gridano da dentro e desiderano essere ascoltate e comprese, anche se a volte possono sembrare scomode agli occhi del nostro limitato ego, unicamente impegnato nella propria auto- conservazione.

In questa raccolta ho voluto inserire anche un breve racconto che parla della storia di una trasformazione in cui Arthur, il protagonista, si vede impegnato, e che auguro ognuno possa sperimentare nella propria esistenza.

La scelta dell’inserimento del racconto all’inizio è dovuta alla necessità di raccontare quell’alchimia che porta l’essere umano a riscoprire la propria natura divina, e la successiva evoluzione della raccolta con le odi e le poesie ne rappresenta una naturale conseguenza che tenta di spiegare nel dettaglio, con le modalità espressive della poetica, tale alchimia.

Mi auguro, pertanto, che la lettura di questi scritti possa essere di gradimento per il paziente lettore e possa dargli stimolo e coraggio a dare ascolto alle silenziose voci dell’anima.

Atma Namastè (Il Divino in me saluta il Divino in Te).

alla ricerca del sè
acquista su amazon

Un viaggio alla ricerca del prezioso tesoro che si cela nei labirinti interiori.

Il libro rappresenta e descrive un viaggio alla ricerca del Sé, attraverso la poesia. Una ricerca che, pagina dopo pagina, scava nelle più profonde interiorità dell’anima, per carpirne l’essenza.

Un percorso di guarigione che conduce il poeta e il lettore insieme, a combattere le paure di sempre, ad affrontare il buio e le proprie ombre, a costruire un legame con la natura e il mondo circostante, a dar voce a quel bambino rinchiuso, da troppo tempo, in una prigione interiore.

E, solo alla fine del viaggio, la meta è chiara: ritrovare finalmente se stessi, per raggiungere, attraverso la meditazione, una vita di pienezza nella contemplazione del Divino.